Alcuni stakeholder sono molto soddisfatti, ma altri vanno decisamente convinti. Mancano 183 giorni alla partenza, e siamo leggermente in ritardo sui tempi. Anche perché gli imprevisti sono dietro l’angolo. Di cosa stiamo parlando? Ma di EXPO Milano, ovvio!

 

Usare l’Evento (con la E maiuscola!) del 2015 per riflettere sul project management in modo innovativo e anticonvenzionale: una sfida che Risorsa Uomo, con la collaborazione di IPMA Young Crew Italy e MIP Politecnico di Milano, ha deciso di raccogliere.

3 round, che fotografano la situazione in tre momenti definiti prima dell’apertura dell’esposizione; 5 squadre, che rappresentano altrettante divisioni operative; 9 situazioni potenzialmente critiche che ciascuna squadra deve affrontare, decidendo come agire.

Il risultato è un business game ispirato alle dinamiche e alle problematiche legate all’organizzazione di un’esposizione universale, che stimola i partecipanti a riflettere sui temi della gestione di progetto in una logica competitivo-collaborativa.

La novità di EXPO Challenge è stata perfettamente colta dai primi giocatori, che si sono messi alla prova sabato 25 ottobre al MIP, in occasione della presentazione del master in Project Management (MPM) in partenza a novembre. Dalla tecnologia usata (gli strumenti di Google, trasformati in piattaforma su cui far girare il gioco) all’inserimento di finestre di negoziazione tra i gruppi (attraverso dei token da conquistare convincendo le altre squadre a collaborare), il gioco è pensato per stimolare la riflessione sulle sfide che quotidianamente il project manager deve affrontare: gestione dei KPI e degli stakeholder, comunicazione e negoziazione, collaborazione e perseguimento dei risultati…

Effetto collaterale, derivante dalla pratica esperienziale legata al gioco: si rischia di imparare anche qualcosa di nuovo.

“EXPO Challenge è nato come strumento di marketing, per coinvolgere attivamente i partecipanti alla presentazione dell’MPM del MIP e far loro vivere un’esperienza da protagonisti, quali saranno se si iscriveranno al percorso di studi”, spiega Luca Di Martino, ideatore del game. “Tuttavia, diventa anche un efficace strumento didattico: un case study che si evolve in base alle scelte dei protagonisti, e che offre spunti di approfondimento e analisi a 360°”.

 

 

Vuoi saperne di più su EXPO Challenge?

icon_plusVai alla pagina dedicata

icon_matita_bluinfo@risorsauomo.it: scrivici per avere maggiori informazioni!